responsive website templates

PANORAMICA

Sicily International Piano Festival

Il festival offre ai partecipanti la possibilità di esibirsi in concerti pubblici e di lavorare a stretto contatto con rinomati insegnanti provenienti da Europa, Asia e Stati Uniti, sia in lezioni individuali che di gruppo. I partecipanti avranno anche l’occasione di seguire lectures e laboratori riguardanti la musica, la storia e la gastronomia siciliana; inoltre si terranno delle escursioni nelle bellissime città di Siracusa e Taormina. Oltre al puro “far musica”, l’evento favorirà fortemente un approfondimento culturale, storico e culinario della regione, così da far apprendere lo straordinario patrimonio e il sapore unico di quest’isola situata al centro del Mediterraneo. Le prestigiose sedi nelle quali si terranno le lezioni ed i concerti del festival, includeranno alcuni tra i più importanti luoghi-simbolo della metropoli etnea e saranno situati nel cuore della città barocca, questi saranno: il Palazzo della Cultura, il Museo Diocesano, il Museo Belliniano, La Chiesa della Badìa di Sant’Agata, ecc. Questi siti consentiranno ai partecipanti ed agli artisti di esibirsi in posti dall’atmosfera unica e d'immergersi nello splendido barocco siciliano.

Fondatore & Direttore Artistico

Giacomo Scinardo - Sicily International Piano Festival & Competition

Giacomo Scinardo

Pianista concertista italiano Giacomo Scinardo è docente di pianoforte al Conservatorio Statale di Campobasso ed ha appena firmato un contratto per la casa discografica Sony Classical. Ha avuto modo di suonare come solista con diverse orchestre internazionali tra cui l'Orchestra Sinfonica "George Enescu" di Bucarest e l'Orchestra Sinfonica di Kiev. Si è esibito in concerto e tenuto corsi di perfezionamento in tutto il mondo, Stati Uniti, Asia, Italia, Germania, Francia, Grecia, Olanda, Svizzera, Scozia, Irlanda, Inghilterra, Spagna, Croazia, Ucraina, Moldavia, Romania, Turchia e Russia. Le sue performances sono state trasmesse anche da emittenti radiofoniche di musica classica, tra cui RaiRadio3, BBC Radio3, Radio France, Radio della Svizzera Italiana e Radio Romania Muzical. Scinardo ha ricevuto numerosi riconoscimenti vincendo oltre 20 concorsi pianistici nazionali e internazionali, tra cui il Concorso Internazionale "Mendelssohn Piano". Dal 2007 è apparso in centinaia di concerti in sale prestigiose, in particolare, Sale Cortot a Parigi, Concertgebouw ad Amsterdam, Rachmaninoff Concert Hall al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, Ateneul Roman a Bucarest, Auditorium della Radio Svizzera a Lugano, RAI Auditorium a Torino, all'Auditorium Siam Ratchada di Bangkok e al Detroit Institute of Arts. Ha tenuto corsi di perfezionamento e recital al prestigioso Gnessin State Musical College e al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca, nonché alla University of Michigan, Ann Arbor. La sua registrazione di “Mussorgsky's Complete Piano Works " per l'etichetta Dynamic, è stata best seller in Italia tra tutte le nuove uscite e best seller al n. 7 negli Stati Uniti. L'ultimo CD dedicato alla musica di Erik Satie ha raggiunto più di 2 milioni di streaming. Inoltre Scinardo ha anche appena finito di registrare le quattro sonate per pianoforte del compositore contemporaneo Franco-Libanese Bechara El-Khoury per l'etichetta Naxos che uscirà nel 2019. Si è diplomato con il massimo dei voti in giovane età al Conservatorio "Vincenzo Bellini" di Catania, dove ha studiato con Epifanio Comis. Ha avuto modo di perfezionarsi ulteriormente con Phillip Entremont e Leslie Howard. Le sue prossime tournée lo vedranno esibirsi in Giappone e Cina oltre che negli Stati Uniti.

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Un luogo colmo di storia e di arte, il Palazzo Biscari è una delle sedi più importanti del festival, visto l’obiettivo di diffusione culturale che l’associazione culturale Artòpia si è prefissata. Venne realizzato per volere della famiglia Paternò Castello dei principi di Biscari a partire dalla fine del Seicento e per gran parte del secolo successivo, in seguito al catastrofico terremoto dell'11 gennaio 1693.
Tra i celebri visitatori del palazzo si ricorda soprattutto lo scrittore Johann Wolfgang Goethe che, nel corso del suo viaggio in Italia, venne ricevuto dal principe di Biscari il 3 maggio 1787, poco dopo la morte del padre Ignazio. All'interno, si trova il "salone delle feste", di stile rococò dalla complessa decorazione fatta di specchi, stucchi e affreschi dipinti da importanti pittori della tradizione italiana di fine ‘700. Il palazzo diventa così un luogo d’arte, dove fare arte.

PALAZZO BISCARI

Palazzo Biscari - Sicily International Piano Festival & Competition
Museo Diocesano - Sicily International Piano Festival & Competition

Un luogo ispiratore in cui gli studenti possono fare lezione, o esibirsi, completamente immersi nell’arte religiosa locale. Un’opportunità di vedere artefatti e oggetti unici mentre si cammina nel palazzo. Il Museo Diocesano di Catania preserva innanzitutto l’arredamento storico della Cattedrale, diventando quindi un museo della Cattedrale e della storia del vescovato. Possibilmente soggetto ad estensione architettonica è l’acquisizione del mobilio e dei lavori che possono testimoniare pienamente gli accadimenti culturali, storici e religiosi del vasto territorio della diocesi. I lavori diocesani acquisiti dal museo attestano principalmente gli eventi ed i momenti nella vita di alcune chiese, situate nel territorio Etneo. Un accurato restauro effettuato nel rispetto delle caratteristiche morfologiche e tipologiche dell’ edificio e della destinazione di questo museo, ha permesso di dare la meritata visibilità e la giusta locazione alle opere d’arte presenti nella collezione di questa Istituzione museale.

MUSEO DIOCESANO

Con un bellissimo cortile barocco, il Palazzo è una location ideale per i concerti. Oggi, il Palazzo della Cultura è usato come sede per ogni tipo di evento culturale, come le mostre di opere d’arte. Possiede inoltre molte stanze storiche che meritano di essere viste. Dopo il terribile sisma del 1693, le rovine del Monastero di San Placido e del vecchio Palazzo Platamone (già donato dalla famiglia Platamone ai Benedettini ne quindicesimo secolo) furono integrati per la costruzione dell’ attuale Palazzo della Cultura. L’ unica testimonianza tardo-medievale del Palazzo è rappresentata dalla loggia, la quale si affaccia su un piccolo balcone che sembra quasi sullo sfondo del cortile del monastero. Le file di archi che corrono lungo il piano rettangolare sembrano abbracciare l'intero edificio. Al centro si può ancora notare l’emblema della famiglia Platamone, rappresentato da una montagna con tre conchiglie ed un giglio nella parte superiore.

PALAZZO DELLA CULTURA

Palazzo della Cultura - Sicily International Piano Festival & Competition
Chiesa della Badìa di Sant'Agata - Sicily International Piano Festival & Competition

Luogo sacro con un'architettura e una vista sorprendenti all'interno. La chiesa si trova di fronte al prospetto nord della cattedrale e occupa, insieme all'annesso ex monastero (ora di proprietà della città), l'intero isolato delimitato da via Raddusa, via Santa Maria del Rosario e via Sant'Agata. L'edificio è uno dei principali monumenti barocchi della città, opera di Giovanni Battista Vaccarini. La morbida tela della facciata, mossa dal ritmo delle onde luminose, cattura l'attenzione altrimenti distratta degli altri monumenti barocchi della Cattedrale, della fontana dell'Elefante e dell'edificio municipale. L'edificio che vediamo oggi poggia sulle rovine dell'antica chiesa del convento dedicato a Sant'Agata, nel 1620, da Erasmo Cicala che crollò a causa del terremoto del 1693.

CHIESA DELLA BADÌA DI SANT'AGATA

Il Teatro Machiavelli si trova a Catania all'interno di Palazzo San Giuliano. In origine era utilizzato come Teatro per l'Opera dei Pupi (uno spettacolo particolare e originale di marionette tipiche del luogo). Fondato nel 1864 ospitò immediatamente diversi spettacoli con compagnie dialettali siciliane. Nel 1903 il teatro fu distrutto da un incendio; riaperto più tardi, nel 1906 la gestione fu affidata a Domenico (Micio) Grasso. Chiuse definitivamente nel 1912. I locali dello storico teatro di Catania sono stati recuperati e riassegnati alla loro funzione teatrale nel 2010 grazie all'intervento dell'Università di Catania, che lo gestice; il Teatro Machiavelli è stato riaperto al pubblico il 17 ottobre 2014 e da allora è gestito dall'Associazione di Promozione Sociale Ingresso Libero fondata nel 2009 dal regista Lamberto Puggelli.

TEATRO MACHIAVELLI

Teatro Machiavelli - Sicily International Piano Festival & Competition
Museo Belliniano - Sicily International Piano Festival & Competition

Il Museo Civico Bellini è ospitato nelle sale del primo piano del Palazzo Gravina Cruyllas, una delle numerose residenze nobiliari dei Principi della Palagonia. Occupa la casa in cui il compositore Vincenzo Bellini nacque il 3 novembre 1801 e trascorse i primi sedici anni della sua vita. Il Museo Belliniano fu inaugurato il 5 maggio 1930 alla presenza di Vittorio Emanuele III. La casa natale di Vincenzo Bellini, che è diventata un museo, fa parte del palazzo adiacente della Gravina Cruyllas, originariamente costruito sulle rovine dell'antica Odéon e del Teatro Greco. Il museo, che occupa tre stanze e due salette, è organizzato cronologicamente: l'appartamento, solo cinque stanze, è occupato interamente da cimeli che ripercorrono la vita di Bellini e della sua famiglia; dipinti, libri, spartiti originali, strumenti musicali e la maschera della morte del compositore. Di particolare interesse è la collezione di autografi di Bellini, tra cui numerosi schizzi.

MUSEO BELLINIANO

La costruzione del Duomo, uno dei più importanti e antichi monumenti medioevali di Taormina risale al secolo XIII, sull’area e le vestigia di una precedente basilica medievale; riedificato nel corso dei secoli XV e XVI e rimaneggiato ancora nel Settecento. L’interno è quello di una chiesa a croce latina con tre navate e tre absidi. La navata centrale è sostenuta da sei colonne, tre per lato, su cui poggiano quattro arcate per lato; di queste sei colonne di marmo rosa di Taormina, quattro sono monolitiche, cioè ricavate da un solo blocco di marmo e sembrano provenire tutte dal teatro Greco di questa stessa città. La navata centrale e il transetto, il braccio corto della croce latina, sono coperti con soffitti di legno magistralmente lavorato, le cui travi hanno mensole intagliate che riproducono motivi tradizionali arabi, interpretati con gusto gotico.

DUOMO DI TAORMINA

Duomo di Taormina - Sicily International Piano Festival & Competition
Sicily International Piano Festival & Competition
LOCATION

Catania (CT),
Sicily, Italy

CONTACT US

Email:
info@pianosicily.com

USEFUL LINKS

TUITION
ACCOMODATION

Sicily International Piano Festival & Competition
LOCATION

Catania (CT),
Sicily, Italy

CONTACT US

Email:
info@pianosicily.com

USEFUL LINKS

TUITION
ACCOMODATION